Esercizio del diritto di voto per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia

Importanti
primo-piano
notizie
avvisi
Data:

1 marzo 2024

Visite:

404

Tempo di lettura:

3 min

Esercizio del diritto di voto per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia
Esercizio del diritto di voto per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia

Con decisione (UE) 2023/2061 del Consiglio del 22 settembre 2023, pubblicata
nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea 27 settembre 2023, n. L 238/114, è stata
stabilita la composizione del Parlamento europeo per la legislatura 2024 - 2029. Per
l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia, si richiamano le
disposizioni dettate in materia dal decreto-legge 24 giugno 1994, n. 408, convertito
dalla legge 3 agosto 1994, n. 483.Con la citata normativa, com’è noto, è stata recepita nel nostro Paese la
direttiva n. 93/109/CE del 6 dicembre 1993, che prevede l’esercizio dell'elettorato
attivo e passivo alle elezioni del Parlamento europeo per i cittadini dell'Unione
europea residenti in uno Stato membro di cui non hanno la cittadinanza. Il principio
che sottende la direttiva è quello della "cittadinanza dell'Unione", in un’ottica di
integrazione europea, con il conseguente diritto di voto esercitabile, su domanda, per
l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti al Paese di residenza.
Pertanto, i cittadini dell’Unione residenti in Italia, per poter esercitare il diritto
di voto per i membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia, devono presentare al
sindaco del comune di residenza, ove non lo abbiano già fatto in occasione di
precedenti elezioni europee, domanda di iscrizione nell’apposita lista aggiunta
istituita presso lo stesso comune per il voto alle elezioni europee. Tale domanda
deve essere presentata, ai sensi dell’art. 2, comma 1, del citato decreto-legge n. 408/94,
convertito dalla legge n. 483/94, “non oltre il novantesimo giorno anteriore alla data
fissata per la consultazione” e cioè entro l’11 marzo 2024 (considerando data della
votazione domenica 9 giugno 2024).

Galleria (1)

Ultimo aggiornamento: 01/03/2024, 11:40

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri